Magenta – Stallone e quel corteo con l’estrema destra

il caso • il magentino alla manifestazione anti-immigrati coi militanti di forza nuova

C’è anche Alfredo Stallone, magentino, fra gli 8 arrestati nella maxi operazione ‘mafia e droga’. Settimana scorsa, parlando di lui, abbiamo scritto del suo essere simpatizzante di Forza Nuova, circostanza che la sezione dell’estrema destra Magenta-Abbiategrasso ha però smentito, facendo sapere che Forza Nuova non accetta tra le proprie fila “né militanti né simpatizzanti che facciano uso di sostanze stupefacenti o che da esso ne traggano un business”. Posto che essere ‘simpatizzante’ significa sostenere le idee di un determinato movimento senza però esserne formalmente iscritto, sembra che Forza Nuova abbia la memoria corta e non si ricordi della manifestazione contro l’arrivo dei profughi della Vicenziana, organizzata il 14 luglio 2014 a Magenta. In quell’occasione Stallone (nella foto) ha retto per quasi tutta la durata del corteo lo striscione con la scritta “Accoglienza miniera d’oro, italiani senza futuro”, fianco a fianco con i militanti di FN. Stallone ha poi marciato accanto a storici militanti forzanovisti come Andrea Calini di Rescaldina (candidato sindaco nel 2013), Federico Russo (responsabile della sezione di Varese e candidato sindaco a Saronno nel 2015) e l’allora portavoce di FN Magenta, Sabrina Spirolazzi. Invitiamo Forza Nuova ad impiegare i propri sforzi per far chiarezza all’interno dei partecipanti alle proprie manifestazioni, invece che a sprecarli polemizzando con i giornali liberi. Certo, si potrà sostenere che quella manifestazione anti-immigrati non fu organizzata da FN ma dal solito gruppo spontaneo di cittadini, cui casualmente si sono aggiunti i militanti. La sostanza non cambia. Stallone era lì, a braccetto con i farzanuovisti.