La scelta del parroco di Vittuone fa discutere: l’oratorio ospita oltre 50 volatili

di Francesca Ceriani

VITTUONE (MILANO) – L’ex oratorio femminile di Vittuone, la Sacra Famiglia, è diventato un pollaio. Fa discutere la decisione del parroco, don Maurizio Calzoni.

L’ex oratorio diventa un pollaio

Il luogo sacro, composto dai locali dell’ex oratorio femminile, da un ampio giardino e dalla chiesetta, è stato adibito ormai da diverso tempo a un recinto per polli e galline. Gli animali sono di proprietà del parroco, don Maurizio Calzoni, che non sapendo dove collocarli ha optato per il cortile dell’ex oratorio femminile. Come si può vedere dalle fotografie, i volatili sono rinchiusi all’interno di un recinto posto tra la tettoia e la chiesetta. In totale sono circa una cinquantina, di diverse specie, colore e grandezza.  Oltre ad utilizzare gli spazi esterni per il loro allevamento, il parroco ha anche utilizzato, nei mesi addietro, le salette interne e il salone, dove ancora oggi vengono conservati attrezzi vari e dove il caos e la sporcizia regnano sovrani. 

L’oratorio diventa un pollaio: indignazione dei fedeli

Questa situazione va ormai avanti da parecchi mesi (seppur pochi in paese ne sono a conoscenza, essendo la Sacra Famiglia un luogo frequentato solo in particolari occasioni religiose o affittato per feste ed eventi), rendendo scontenti alcuni parrocchiani e anche chi abita nelle vicinanze, stufo di sentire i suoni emessi dagli animali e, purtroppo, anche la puzza. Alcuni fedeli hanno provato a far capire a don Maurizio che la situazione non è più accettabile, trattandosi tra l’altro di un luogo sacro. Ma sembra che il parroco non abbia voluto sentire ragioni, sostenendo che la Curia è comunque informata della soluzione da lui adottata. Tant’è che gli animali sono ancora lì e c’è persino un ‘custode’ che quotidianamente se ne occupa e apre il cancello della Sacra Famiglia a chi, soprattutto nonni con nipotini, vuole far visita al pollaio.

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.

Sacra Famiglia, un luogo caro ai vittuonesi

La Sacra Famiglia è un luogo caro ai vittuonesi: qui si svolgono i rosari nel mese di maggio e qui tanti concittadini hanno celebrato feste, eventi felici e anche matrimoni. E sempre alla Sacra Famiglia avrebbe dovuto alloggiare l’ex parroco, don Antonio Ercoli, che stava sistemando una delle stanze interne per trasferirsi qui dopo la pensione. Ma c’è chi ha deciso diversamente per lui, preferendo ‘spedirlo’ prima al Golgi di Abbiategrasso e poi  all’istituto della Sacra Famiglia di Cesano Boscone. Dove oggi avrebbe potuto risiedere l’indimenticato parroco, vivono polli e galline.