Una donna di 44 anni ha percorso in contromano un tratto dell’autostrada: era ubriaca

9 GENNAIO 2021

di Francesca Ceriani

MILANO-TORINO – Percorre l’autostrada A4 Milano-Torino in contromano: 44enne denunciata per guida in stato di ebbrezza.

In contromano

La Polizia Stradale Novara Est, nei giorni scorsi, è intervenuta vicino all’area di servizio di Villarboit Sud (Vercelli) per fermare un’automobilista che guidava contromano. Una donna di 44 anni, S.B., ha imboccato l’autostrada alla guida di una Ford Fiesta entrando alla barriera di Rondissone in direzione Milano. Percorsi circa 40 chilometri, è arrivata presso l’area di servizio di Villarboit Sud e dopo aver effettuato una sosta, ha ripreso la marcia. Nonostante la conformazione della corsia che conduce all’area di sosta fosse alquanto difficoltosa da raggiungere e completamente in galleria, la donna è riuscita comunque a immettersi sulla carreggiata in direzione Milano, procedendo però in direzione Torino, quindi in contromano.

L’intervento della Polizia stradale

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.

La Polizia Stradale, immediatamente allertata, ha inviato sul posto una pattuglia che in pochi minuti è riuscita a fermare la conducente, evitando che si scontrasse con altri veicoli che procedevano regolarmente. La donna è apparsa subito in stato di ebbrezza. Sottoposta ai dovuti accertamenti, è risultato un tasso alcolemico sei volte superiore al limite massimo consentito. S.B.residente in provincia di Novara, è stata denunciata all’Autorità Giudiziaria per guida in stato di ebbrezza, violazione che prevede oltre alla condanna penale, anche la sospensione della patente di guida. Inoltre, è stata sanzionata per guida contromano in autostrada che prevede, oltre a una multa da 2.000 a 8.200 euro, la revoca della patente di guida e il fermo amministrativo del veicolo per tre mesi.

I COMMENTI