Marcallo, ragazza 21enne picchiata dai parenti del marito per gelosia

di Redazione

Inseguita da Busto Arsizio fino a Marcallo con Casone, ragazza 21enne picchiata dai parenti del marito per gelosia. E’ ricoverata in ospedale. L’ipotesi: aveva un altro uomo

MARCALLO CON CASONE (MILANO) – Ragazza 21enne picchiata dai parenti del marito per gelosia: giallo sulla fuga in macchina, che sarebbe iniziata a Busto Arsizio, nel Varesotto, e rovinosamente terminata a Marcallo con Casone, nell’hinterland milanese.

21enne picchiata dai parenti del marito per gelosia

E’ quanto sarebbe accaduto lo scorso venerdì 15 settembre: una storia drammatica, su cui pendono ancora numerosi interrogativi. I fatti che siamo stati in grado di appurare: nella giornata di venerdì scorso da Busto Arsizio sarebbe partita una fuga rocambolesca. Da una parte la ragazza di 21 anni picchiata, forse perché sorpresa – stando a quando raccontano le prime testimonianze – con l’amante, con cui avrebbe intrecciato una relazione extraconiugale. Dall’altra il marito della donna e i suoi parenti che, feriti nell’onore, volevano vendicarsi del torto subìto.

Un litigio degenerato

Il litigio sarebbe presto degenerato in una sorta di inseguimento alla ragazza: partita nel varesotto, a Busto Arsizio, la fuga sarebbe terminata a Marcallo con Casone, nell’hinterland di Milano, dove i parenti del marito avrebbero picchiato la povera ragazza con inaudita violenza. La 21enne sarebbe rimasta ferita in maniera piuttosto seria, tanto che sarebbe stata portata in ospedale – al ‘Fornaroli’ di Magenta – in codice rosso, data la gravità delle ferite.

Bocche cucite sulle indagini

Non si conoscono dettagli, invece, su eventuali interventi delle forze dell’ordine e su misure adottate nei confronti dei responsabili del pestaggio. I Carabinieri confermano l’episodio, pur non fornendo ulteriori dettagli e informazioni. Bocche cucite, dunque, da parte degli investigatori, che stanno tentando con fatica di ricostruire quanto accaduto ed eventuali retroscena. La ragazza non è in pericolo di vita, ma la raffica di botte che ha subìto è stata violenta e ripetuta.