Arluno, tampona auto e la distrugge: pirata della strada scappa e fa perdere le sue tracce

Ha tamponato un’auto, invadendo la corsia opposta e provocando ingenti danni. Poi il pirata della strada è scappato, senza neppure sincerarsi che non ci fossero feriti. E’ successo ad Arluno, nel Milanese

di Francesca Ceriani

ARLUNO (MILANO) – Ancora incidenti sulle nostre strade, ancora automobilisti che, contravvenendo alle norme, non si fermano per prestare soccorso. L’ennesimo pirata della strada, stavolta, ha agito ad Arluno, nel Milanese, la mattina di sabato 28 gennaio.

Pirata della strada

Erano circa le 6.15, quando un automobilista è stato tamponato da un altro veicolo, il cui guidatore è poi fuggito. A raccontarlo è la vittima stessa, che si è rivolto direttamente al pirata della strada: “Volevo dare un’opportunità a quella persona che stamattina alle 6.15 mi ha colpito violentemente con la sua auto (probabilmente una Punto nera) e ha continuato a sfrecciare, senza fermarsi né accertarsi se, oltre al danno che mi ha causato, si fosse fatto male qualcuno. Sono felice di farle sapere che mi ha solamente distrutto l’auto, ma io sto bene”.

La dinamica

L’uomo, contattato da Libera Stampa l’Altomilanese, spiega che l’altra auto, ad alta velocità, ha invaso la corsia che lui stava percorrendo. “Per fortuna non mi sono fatto niente”, ribadisce. L’arlunese ha poi chiamato la Polizia locale, che lo ha rimandato ai Carabinieri per poter raccogliere la denuncia e chiedere la visione delle telecamere.

Indagini al palo

“Purtroppo però – continua il racconto dell’uomo – i Carabinieri mi hanno detto che non possono fare nulla. Sarebbero potuti intervenire soltanto se fossi rimasto ferito nell’incidente. Pazienza, l’importante è che non si sia fatto male nessuno”.

Impunito

Resta però l’amaro in bocca per quanto accaduto: pur non trattandosi di omissione di soccorso, visto che non ci sono stati feriti, dopo aver causato un incidente resta un dovere, anche morale, di fermarsi e controllare di non aver cagionato danni alle persone. Invece il pirata della strada, stavolta, l’ha fatta franca.