Malviventi scatenati in paese: sotto tiro soprattutto gli esercizi commerciali isolati nelle frazioni

di Attilio Mattioni

Robecco è oramai terra di conquista per ladri e altri criminali. E se in paese sono i topi d’appartamento a farla da padroni, nelle frazioni sono vere e proprie bande di delinquenti, ben organizzati e senza scrupoli, ad agire. L’ultimo episodio di quella che pare essere una vera e propria escalation si è verificato sabato scorso, proprio in una delle frazioni robecchesi, Castellazzo dè Barzi . Poco dopo le 19.30, il titolare del centro di vendita di carne e formaggi (e anche di prodotti tipici del nostro territorio) ‘Valleticino’, che lungo la strada che porta a Magenta, ha chiuso le serrande e si è avviato verso la propria auto, parcheggiata proprio di fronte al negozio. Solo il tempo di fare pochi passi e l’uomo si è visto venire incontro due persone, che hanno estratto una pistola. Sotto la minaccia dell’arma (forse una pistola giocattolo, ma comunque priva del tappino rosso che identifica le armi finte), il titolare dell’esercizio commerciale è stato costretto a consegnare tutti i soldi dell’incasso, che ammontava ad alcune migliaia di euro. Poi, senza dire una parola, sono fuggiti, facendo perdere le proprie tracce. Allo sfortunato titolare, una volta ripresosi dallo spavento, non è rimasto che recarsi alla caserma dei Carabinieri di Abbiategrasso e sporgere regolare denuncia contro ignoti. Le indagini si annunciano difficili: ‘Valleticino’ si trova in una zona isolata e poco frequentata e oltretutto i rapinatori hanno agito quando si era già fatto buio. La rapina non ha avuto testimoni e dai primi riscontri i militari non sono riusciti a trovare nessuno tra chi vive nelle vicinanze che abbia visto qualcosa di sospetto o che abbia saputo dare indicazioni utili a individuare i delinquenti.

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.