Mesero, donna vittima di una tentata aggressione

Tentata aggressione a una cittadina al volante della sua auto. Dopo attimi di paura, lei resta lucida e mette in fuga il molestatore: “Se non ti sposti, ti investo”

di Redazione

MESERO (MILANO) – Un brutto episodio, all’incirca dieci giorni fa, ha destato l’attenzione dei cittadini di Mesero, in particolare della popolazione di sesso femminile. Una tentata aggressione ai danni di una cittadina, mentre quest’ultima era al volante della sua auto.

Tentata aggressione

Un uomo – italiano, tra 45 e i 50 anni, di carnagione scura – ha provato ad aggredire una donna, cercando di farla scendere dall’auto con una scusa. Solo i nervi saldi e la prontezza di riflessi della meserese hanno impedito che la situazione prendesse una brutta piega.

I fatti

La tentata aggressione è stata segnalato all’amministrazione comunale e resa nota sui social network, in modo che servisse da monito per tutti. Erano circa le 13 di martedì 12 settembre e una cittadina, a bordo della sua automobile, stava rincasando dal lavoro. Stava percorrendo via Meucci, quando all’altezza della palestra Crossfit, poco prima della rotonda, ha notato qualcosa di anomalo.

Auto costretta a fermarsi

Un uomo – che è stato descritto come un italiano sui 45-50 anni e con la carnagione piuttosto scura – ha cominciato a fare strani segni. Dopodiché si è avvicinato all’auto della donna meserese, che stava procedendo dritto a velocità molto moderata, e l’ha costretta a fermarsi, quasi mettendosi davanti. A quel punto l’uomo ha cominciato a parlare di generici problemi a una gomma della vettura, aggiungendo che anche lo specchietto era danneggiato.

Il molestatore

La cittadina al volante, consapevole che la sua auto era perfetta e senza alcun problema, si è ovviamente spaventata. Ma è rimasta lucida e ha opposto un netto rifiuto alle pretese di quell’uomo, particolarmente insistente. Infatti, mentre continuava a blaterare di danni al veicolo, il soggetto si è avvicinato alla portiera, tentando di aprirla e invitando la donna a scendere per eseguire lei stessa un controllo circa le condizioni della vettura.

“Se non ti sposti, ti investo”

Lei si è categoricamente rifiutata e gli ha intimato di spostarsi. In caso contrario, l’avrebbe investito. Tutto è finito lì. Solo un grande spavento, ma conviene prestare la massima attenzione.