L’uomo, originario di Buscate ma residente a Castano, soffriva di alcune patologie pregresse: la tragedia sotto gli occhi di un amico, con cui doveva incontrarsi. Si è spento dopo 3 giorni di Rianimazione: lascia anche due figlie piccole.

CASTANO PRIMO-BUSCATE – Non ce l’ha fatta il 40enne che, martedì 15 marzo, intorno alle 18.30, ha tentato di tagliarsi la gola in piazza Ardizzone a Castano Primo per motivi sentimentali. Secondo fonti sanitarie, l’uomo è deceduto nella mattinata di sabato 19 marzo all’ospedale di Legnano, dove era ricoverato ormai da 3 giorni. Il 40enne, che prima di trasferirsi a Castano ha vissuto per diversi anni anche a Buscate, era separato e, secondo le testimonianze di alcuni suoi amici, sembra non accettasse il fatto che la sua ex moglie (con cui ha avuto due figlie) avesse trovato un nuovo compagno.

Resta da capire che cosa, nello specifico, abbia provocato il drammatico gesto. Pare che il 40enne, quella sera, avesse un appuntamento con un amico proprio in piazza Ardizzone. I due si sono effettivamente incontrati ma l’uomo era al telefono, forse proprio con l’ex moglie, e quindi l’amico – forse per rispettare la sua privacy e per discrezioni – si è allontanato. Un attimo dopo, la tragedia.

I presenti hanno subito allertato il 112, chiedendo l’intervento dei soccorsi. Sul posto sono giunti in brevissimo tempo e con le sirene spiegate un’ambulanza della Croce Rossa di Busto Arsizio, un’automedica e l’elisoccorso arrivato direttamente da Como. A prendere parte alle operazioni di soccorso anche una volante dei Carabinieri della Compagnia di Legnano e gli agenti della Polizia locale di Castano.

Le Forze dell’ordine hanno mantenuto isolata l’area in cui è avvenuto il gesto, tenendo lontane le persone che in quel momento si trovavano nel grande parcheggio poco distante dal centro cittadino. L’equipe medica è arrivata appena in tempo. Dopo le prime cure sul posto l’uomo è stato trasferito con l’autolettiga al pronto soccorso dell’ospedale di Legnano in codice rosso. Le sue condizioni sono subito parse gravissime ma, giunto in ospedale, i medici lo hanno preso in carico e lo hanno stabilizzato. Ricoverato per 3 giorni in Rianimazione, l’uomo – che aveva alcune patologie pregresse – purtroppo è deceduto questa mattina.

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.

Un dramma senza fine, visto che l’uomo lascia non solo l’ex moglie, ma anche due figlie piccole. Castano e Buscate si sono strette, in attesa dei funerali, alle famiglie protagoniste – loro malgrado – di questa tragedia imperscrutabile.