CORONAVIRUS – Pizzaiolo marocchino regala 35 pizze al giorno ai più bisognosi

Ad Arconate, nel Milanese, bella iniziativa del giovane pizzaiolo Mobarak, che regala 15 pizze al giorno ai cittadini in difficoltà e altre 20 pizze all’associazione no profit della parrocchia: “Voglio aiutare la comunità che mi ha accolto”. L’iniziativa – denominata Una pizza con il cuore – proseguirà fino al primo maggio compreso

6 APRILE 2020

di Redazione

ARCONATE (MILANO) – Un incredibile gesto di solidarietà è quello di cui si è reso protagonista il titolare, di origine marocchina, di una pizzeria ad Arconate, paese di quasi 7.000 abitanti nell’hinterland milanese.

“Voglio aiutare la comunità che mi ha accolto”

Mobarak, pizzaiolo di origine marocchina, è titolare della pizzeria Sharm el Sheikh, ubicata nel centro del piccolo paesino del Milanese. Ha aperto la sua attività qualche anno fa ed è stato subito accolto di buon grado dalla comunità di Arconate. E così, vista l’emergenza sanitaria in corso, non ci ha pensato due volte e ha chiamato al telefono l’assessore al Commercio, Francesco Colombo, dicendogli testuali parole: “Voglio aiutare la comunità che mi ha accolto. Italiani, stranieri, non m’importa: per chi ha bisogno, io ci sono”.

15 pizze gratis al giorno per i più bisognosi

Accolta con grande emozione la disponibilità di Mobarak, l’assessore e il pizzaiolo hanno ideato un sistema per aiutare le famiglie che più soffrono la crisi economica provocata dal Coronavirus. Fino a venerdì 1 maggio compreso, Sharm el Sheikh offrirà per pranzo, dal lunedì al venerdì, 15 pizze margherita gratis ai cittadini in difficoltà economica residenti in paese. L’iniziativa è stata denominata Una pizza con il cuore.

Il ruolo dei Servizi sociali

Sarà l’assistente sociale del Comune a verificare l’effettivo stato di necessità dei richiedenti: un compito fondamentale, per scongiurare la possibilità che qualche furbetto possa approfittarsi della bontà del giovane pizzaiolo.

Le modalità di prenotazione

Efficace e veloce il sistema ideato dalla pizzeria e dall’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Sergio Calloni, per mettere in pratica i buoni propositi. I cittadini arconatesi che vogliono usufruire del servizio possono scrivere una mail, all’indirizzo pizzaconilcuore@arconate.org, per prenotare le pizze gratuite. Ogni famiglia può ricevere al massimo 2 pizze e, in ogni caso, il Comune cercherà di garantire, a rotazione, che tutti possano usufruire di questa offerta.

Doppio gesto di generosità

Ma non è finita. Perché Mobarak si è reso disponibile a cucinare altre 20 pizze gratuite ogni giorno per Casa Betania, organizzazione no profit della parrocchia, che ha il compito di aiutare i cittadini in difficoltà. Insomma, il cuore d’oro del pizzaiolo Mobarak non si ferma: tutto il paese plaude alla sua generosità, ponendo l’accento sul fatto che un cittadino straniero, da poco in paese, abbia deciso di spendersi in prima persona per aiutare i suoi concittadini.