gallera

Avrebbe dovuto restare a casa, agli arresti domiciliari. Invece se ne andava in giro tranquillo, come se fosse un uomo libero. Così ieri sera, durante un controllo, i Carabinieri di Motta Visconti (Milano) hanno arrestato il 49enne, residente nella vicina Besate. Il pregiudicato è in attesa di essere processato per direttissima

10 GENNAIO 2017

di Redazione

BESATE (MILANO) – Se ne andava in giro, come se fosse libero. Invece non poteva uscire di casa, perché stava scontando una condanna agli arresti domiciliari. Ma l’uomo – un 49enne residente a Besate, nel Milanese – sembrava incurante delle conseguenze del suo comportamento, al punto da non adottare neppure le più elementari regole di prudenza. Così ieri sera, mentre era a spasso per Motta Visconti (in provincia Milano, ai confini con il Pavese), è stato fermato dai Carabinieri per un controllo.

L’arresto

I militari non hanno impiegato molto per capire che il 49enne non poteva trovarsi lì, proprio perché in regime di arresti domiciliari. Così l’hanno arrestato e portato nel carcere milanese di San Vittore, dove in queste ore si attende la convalida del fermo e il processo per direttissima. Il pregiudicato, a questo punto, può soltanto affidarsi alla cosiddetta ‘clemenza della Corte’. Sarà un giudice a stabilire se l’uomo potrà tornare ai domiciliari oppure se gli sarà revocato la misura alternativa. In quest’ultimo caso, per lui, si apriranno le porte della prigione.

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.