Cronaca – Punta un cacciavite alla gola e rapina gioielleria: arrestato

A Marcallo con Casone, nel Milanese, un malvivente viene bloccato dai cittadini dopo una rapina: arrestato, viene condotto dai Carabinieri di Magenta nel carcere milanese di San Vittore, dove rimarrà fino all’inizio del processo

28 APRILE 2017

di Redazione

MARCALLO CON CASONE (MILANO) – Entra in una gioielleria del centro storico di Marcallo con Casone, nel Milanese, poi punta il cacciavite alla gola del titolare e si fa consegnare l’incasso. Prontamente segnato alle forze dell’ordine, viene fermato poco dopo e arrestato. Ora si tra in carcere in attesa di processo.

I fatti

Giovedì sera, poco prima dell’orario di chiusura, un pregiudicato di 36 anni, tossicodipendente, residente a Cesano Boscone, nel Sud Milano – entra nella gioielleria Spada di via Roma, in pieno centro a Marcallo con Casone. Tutto si svolge in pochi attimi: l’uomo punta un cacciavite alla gola del titolare e cerca di farsi consegnare l’incasso, poi tenta di fuggire.

La cattura

Il 36enne non va lontano, perché la porta della gioielleria si chiude automaticamente e, quando esce, viene bloccato dai cittadini. Sono loro che avvisano i Carabinieri di Magenta. I militari intercettano il malvivente proprio in via Roma, lo arrestano e lo conducono nel carcere milanese di San Vittore, dove resterà fino all’inizio del processo a suo carico.