I cittadini minacciano denunce per i continui disservizi sull’energia elettrica, il sindaco duro con l’operatore privato

Continuano in paese i disagi relativi ai problemi di fornitura di energia elettrica. Oltre alla situazione relativa al Villaggio Pegaso, aggravata dal fatto che nei giorni scorsi è stata trafugata una cabina elettrica ad Arconate che ha avuto ripercussioni proprio a Inveruno, ora si è sommata la situazione di via santa Teresa e zone limitrofe, dove si sono bruciati alcuni cavi dell’impianto. Il gestore, Enel Sole, ha iniziato a mettere mano al problema soltanto lunedì scorso, dopo che per ben 4 giorni il quartiere centrale di Inveruno è rimasto senza corrente. Una situazione oggettivamente grave, nella quale alcuni cittadini hanno minacciato di provedere per vie legali contro il Comune. Dal canto suo l’Amministrazione comunale si è posta molto duramente nei confronti di Enel Sole, minacciando di sospendere i pagamenti finché il problema non fosse risolto. Ora la situazione è in evoluzione e i tecnici stanno procedendo a isolare le parti dell’impianto per capire l’origine del guasto, che è risultato essere più complesso del previsto. Tornando alla situazione del Villaggio Pegaso, invece, è stato installato un seconde generatore elettrico che, però, lunedì sera si è inceppato e dunque è stato riparato. In questi giorni gli operatori Enel stanno provvedendo a risolvere definitivamente la situazione e stanno procedendo con la sostituzione definitiva dei cavi. C’è da dire che, per quel che riguarda l’energia elettrica, non è un momento felice per Inveruno e per tutta la cittadinanza. L’auspicio è che i disagi possano essere presto risolti.      F.C.

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.