Socialisti, il grande ritorno alle elezioni di Magenta

Socialisti, un grande ritorno. Alle elezioni del 12 giugno si presenta anche la lista Uniti per Magenta (che sostiene Enzo Salvaggio sindaco). L’alleanza tra Italia Viva e il Psi sceglie il campo largo del centrosinistra. In campo i leader storici del riformismo e tanti giovani

di Ersilio Mattioni

MAGENTA (MILANO) – Socialisti e riformisti, un grande ritorno. Il lancio è stato martedì 24 maggio. Location di rara bellezza, l’agriturismo Rosaspina di Pontevecchio; rinfresco finale nella migliore tradizione politica della Prima Repubblica. Immancabile un ottimo salame e un prosecco più che dignitoso. E poi volti giovanissimi e storie di integrazione. Un esempio è quello della candidata 20enne Erona Elshani).

Socialisti, il grande ritorno

Vecchie e quanto mai attuali le idee, quelle della grande tradizione socialista. Che “a Magenta ha significato molto e che oggi, a distanza di vent’anni, torna a mettersi in gioco”, ha dichiarato il segretario cittadino Psi, Antonio Cacciatore.

Uniti per Magenta

La lista Uniti per Magenta – che sostiene Enzo Salvaggio sindaco – ha le idee chiare. Enata dall’attivismo di Italia Viva con Stefano Viganò e raccoglie tre anime: il volontario sociale cittadino, i già citati valori socialisti e il riformismo di Matteo Renzi. “La politica – ha detto Viganò – non ci fa schifo. Piuttosto è questo civismo imperante a destare preoccupazioni. Non si capisce cos’è”.

“Basta divisioni”

Tra i candidati spicca Alberto Fornaroli: “Magenta è la mia casa. Sono stanco di vedere divisioni e litigi in questa campagna elettorale. Da parte nostra c’è una sola volontà: unire, lavorare insieme”.

Ideali

La lista è una scommessa: un grande patrimonio di ideali e di tradizioni declinato in una contemporaneità difficile, dove la parola ‘politica’ è guardata con sospetto. Un successo segnerebbe un piccolo punto di svolta.

TUTTE LE LISTE, TUTTI I NOMI: 193 CANDIDATI IN CORSA