I vigili di Corbetta chiedono una rettifica a tutela del lavoro degli agenti della Polizia locale: “Mai multato nessuno nella proprietà privata”

di Redazione

CORBETTA (MILANO) – In data 24 maggio 2022 il nostro settimanale pubblicava un articolo sui vigili (in seguito pubblicato anche sul nostro sito web), che metteva in risalto due cose. La prima: un cittadino multato all’interno di una proprietà privata. La seconda: l’elevato numero di sanzioni nel comune di Corbetta.

Replica dei vigili di Corbetta

La nostra redazione ha ricevuto una richiesta di rettifica da parte dei vigili comandati da Lia Gaia Vismara (in foto) per il tramite di un avvocato. Nella missiva si sottolinea “l’assoluta infondatezza dell’articolo che riporta in modo tendenzioso, impreciso e non veritiero fatti accaduti in tempi e in luoghi diversi (…) Fuorviante risulta il titolo (“Multe a raffica”). Le multe di cui si parla sono state elevate a seguito di specifiche violazioni (…) Non corrisponde al vero che un giovane sia stato multato in un’area privata trattandosi al contrario di spazio pubblico individuato catastalmente al foglio 4 particella 596 (…) Falsa anche la circostanza secondo la quale la segnaletica di cantiere vada collocata 72 ore prima. La normativa prevede 48 ore prima (…) Si induce il lettore a credere che sia stata elevata una multa per divieto di sosta in una zona senza il relativo cartello, senza fornire alcun elemento idoneo a verificarne la veridicità”.

Il preavviso

Altra precisazione sul preavviso, che “non è per legge un atto ricorribile, per cui gli agenti non possono essere accusati di gravare il cittadino delle spese di notifica”. E ancora: “I fatti riferiti sono stati accompagnati da sollecitazioni emotive e da sottintesi accostamenti, insinuazioni e allusioni idonei a creare nella mente del lettore rappresentazioni false della realtà. Chiaro risulta pertanto l’intento denigratorio nei confronti della Polizia locale e dell’amministrazione”.

LA PRIMA LETTERA DELL’AVVOCATO DEI VIGILI

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.

LA SECONDA LETTERA (DOPO LA NOSTRA RICHIESTA DI SPIEGAZIONI)