Corbetta – Balzarotti dichiara guerra ai bar con ‘macchinette’

Pubblicata un’ordinanza che disciplina l’orario di chiusura degli esercizi che possiedono slot

Da lunedì 2 novembre il sindaco Antonio Balzarotti ha deciso di dare un giro di vite importante nella lotta alla ludopatia, imponendo degli orari di apertura e di chiusura rigidi alle sale giochi e agli esercizi che dispongono di slot machines. Non è la prima volta che un comune decide di disciplinare con un’ordinanza gli orari di accesso alle ‘macchinette’, ed ora tocca anche a Corbetta: da lunedì, tutte le sale giochi apriranno dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 23. Lo stesso orario vale per i bar, che in quelle fasce orarie dovranno spegnere le slot, staccando la spina. Ad inasprire la lotta al gioco d’azzardo ci sono poi le diverse sanzioni che verranno applicate ai trasgressori dell’ordinanza: dai 25 ai 500 euro di multa per chi non rispetterà gli orari delle ‘macchinette’. Ad illustrare i motivi che hanno spinto l’amministrazione comunale a emettere questa ordinanza è il sindaco Balzarotti, che dichiara: “Io credo che combattere con ogni mezzo il dilagare della ludopatia sia il segno che contraddistingue una buona amministrazione. Certo, abbiamo avuto già delle rimostranze in merito, da parte dei gestori dei bar. Diversi esercenti dicono che ormai guadagnano solo sulle slot machines, non più sul beveraggio”. In effetti tra i commercianti del corso, il malumore serpeggia senza sosta, chiedendo che le restrizioni siano riviste. Ma Balzarotti rincara duro: “Per ora la cosa è così. Teniamo conto delle lamentele, ma l’ordinanza resta e di sicuro non rinunceremo assolutamente all’orario di chiusura. Contrastare il gioco d’azzardo è essenziale per salvaguardare i nostri ragazzi”. D.D.S.