Sondaggi – Cresce ancora il Movimento 5 Stelle, Lega in calo, avanza il Pd

Da mesi non accadeva, dopo una crescita lenta ma costante. Questa settimana però la Lega Nord di Matteo Salvini lascia sul campo qualche consenso, mentre avanza ancora il Pd e cresce anche il Movimento 5 Stelle, che tocca il suo massimo storico: 24,5%. Sembra invece irreversibile la crisi di Forza Italia. A sinistra il nuovo soggetto alternativo ai ‘dem’ si attesta attorno al 5%, un risultato superiore alle previsioni. Queste le ultime intenzioni di voto realizzate dall’istituto ‘Ixè’

19 MARZO 2016

di Redazione

ROMA – Cominciano dall’affluenza alle urne, che torna a salire, pur restando molto al di sotto della soglia cui siamo abituati: oggi, secondo l’istituto ‘Ixè’, andrebbe a votare il 58,2% degli italiani. Crescono ancora, Pd e M5s, mentre arretra la Lega Nord per la prima volta dopo mesi. Ma il Carroccio resta il partito guida della coalizione di centrodestra, mentre i problemi più seri sembrano tutti in casa Forza Italia: sembra non bastare più la discesa in campo di Silvio Berlusconi, che in queste settimane si è affacciato sulla scena politica a suon di dichiarazioni tutti i giorni. Niente da fare: gli ‘azzurri’ non decollano. Anzi, calano ancora nei sondaggi. Stabile al 31% la fiducia in Matteo Renzi e al 30% quella nel governo. Tra i leader politici, al primo posto, c’è sempre il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella (58%), ma resta imbattibile Papa Francesco, con l’84% di fiducia.

sondaggi politici 16 marzo 2016
Il sondaggio dell’Istituto Ixè, presentato il 16 marzo nella trasmissione Agorà di RaiTre

IMPORTANTE – Metodologia di rilevazione: sondaggio CATI-CAMI su un campione casuale probabilistico stratificato di 1.000 soggetti maggiorenni (su 9.227 contatti complessivi), di età superiore ai 18 anni. Tutti i parametri sono uniformati ai più recenti dati forniti dall’ISTAT. I dati sono stati ponderati al fine di garantire la rappresentatività rispetto ai parametri di sesso, età e macro area di residenza. Margine d’errore massimo: +/-3,1%.

ALTRI APPROFONDIMENTI